domenica 10 luglio 2016

This is the end, my friends...

Birreggio è finito cari miei.
Per il nono anno consecutivo abbiamo sbicchierato, chiacchierato, cantato, imprecato.
Siamo ai saluti e ai ringraziamenti: grazie a tutti i simpatici e bravissimi birrai e non che hanno servito agli stand di Birreggio. Grazie a Gianni del TNT che a settembre organizzerà la undicesima edizione del meraviglioso Villaggio della Birra, grazie ai ragazzi di Etnia e di Canediguerra che ci hanno fatto il piacere di portare le loro ottime birre, grazie a Gio Iotti e ai suoi collaboratori allo stand del Wild Hops, tradizionalmente lo stand un po' più punkabbestia di Birreggio, grazie ai ragazzi Beer Hunters, Maso, Gofro e Elena, che nel prossimo futuro inonderanno i locali locali di ottime birre di mezza Europa, grazie ai ragazzi di Brewfist che, anche se quest'anno non sono stati di persona tra noi, ci hanno fornito di ogni ben di Dio, grazie allo staff del Circolo Pigal che come ogni anno ha gestito la cucina e la logistica della nostra festa.
Grazie ai gruppi che hanno suonato rendendo la festa più bella e colorata, grazie agli Onelegman, agli '80 Minchia e ai Maffick.
I saluti più calorosi sono per il nostro amico Cesare dell'Orso Verde, che ancora una volta è venuto a Birreggio fondamentalmente perchè ci vuole bene.
Grazie a tutti gli amici che sono passati a bersi da una a mille birre.
Infine grazie a noi carbonari reggiani (Andrea, Ste, Booonaccio, Max, Bado, Sara e pure me e tutti quelli che sono venuti di supporto) che, contrariamente alle aspettative più logiche, siamo riusciti ad arrivare in fondo a 9 Birreggio consecutivi.


Come ogni anno Birreggio è finito. Andate in scaja.


venerdì 8 luglio 2016

E vai con la seconda serata!

Grande Birreggio, grande festa della birra artigianale a Reggio Emilia, ma soprattutto …grande festa.
La serata di ieri sera si è piacevolmente conclusa e oggi si replica.
Stasera balleremo cover anni ’80 con la devastante simpatia degli ’80 Minchia. Per gli affamati la cucina del Pigal propone hamburger di bufalo, piadine, grigliate e persino scelte vegetariane per i non carnivori.
Per gli assetati la scelta di grandi birre è talmente vasta che consumerei la tastiera intiera a ricordarla tutta.
Se ieri non sei venuto a Birreggio, oggi hai la tua seconda chance. Se ieri sei venuto a Birreggio, oggi non puoi non tornare.
A stasera


giovedì 7 luglio 2016

Stasera si comincia!

Ed eccoci alla prima giornata di Birreggio 2016.
La formula è semplice e inossidabile, grandi birre artigianali da tutta Italia negli stand dei nostri amici birrai e da tutta europa aglli stand di Carboneria Reggiana, TNT Pub e Beer Hunter.
Ottimo cibo per tutti i gusti a cura della cucina del Circolo Pigal e musica dal vivo.
Questa sera suonano gli Onelegman!
Cosa dire, ormai è tutto pronto e i nostri baldi lavoratori stanno rifinendo gli stands.
Mancate solo voi e non potete dire “ah, non lo sapevo...”, “ah, scusa ho un impegno...”, “Ah, cos'è Birreggio?”.
Ci vediamo stasera al Circolo Pigal, nei pressi dello stadio Città del Tricolore.

Venite con della sete!


martedì 5 luglio 2016

Dal salotto di casa, Gio del Wild Hops

Chi ama la birra a Reggio Emilia e dintorni conosce Gio del Wild Hops. Il Wild Hops è un beershop di Reggio che è diventato un punto di riferimento nella nostra città. Nel negozio di Gio si comprano e degustano birre di ottima qualità che vengono da ogni parte del mondo in cui i cereali sono fermentati con un po' di senno. Birre tedesche, inglesi, belghe, americane, italiane, forestiere...
L'atmosfera che si respira da Gio è eccezionale, sembra di scendere in pantofole nel salotto di casa. Andare da lui dopo una nervosa giornata di lavoro è come rigenerarsi.
Mosso dalla sua passione Gio produce, in collaborazione con birrifici artigianali locali, ottime birre progettate e realizzate appositamente per il suo negozio.
A Birreggio sicuramente avrà delle sorprese per noi, perciò non mancate, Gio e la sua irresistibile carica di simpatia vi sapranno sorprendere.


Dal 7 al 9 luglio al Circolo Pigal...Birreggio! Wild Hops è con noi e tu?


A volte ritornano...l'anno dopo...Etnia!

Lo scorso anno avevano fatto la loro prima visita e a Birreggio e subito li abbiamo confermati, nonostante abbiano avuto l'ardire di chiamare il sacro cibo, il gnocco fritto, con il barbaro nome di torta fritta.
Dal sempre effervescente mondo birrario lombardo, tornano a Birreggio anche quest'anno i ragazzi di Etnia, birrificio con base nel pavese e un bouquet di birre sempre più interessante.
Capitanati dall'ottimo Nicola Grande, la lista delle loro produzioni si è arricchita rispetto alla scorsa edizione delle Session Beers, tre birre nelle quali il birraio ha giocato con i luppoli per creare variazioni di aromi e profumi, dall'agrumato della USA all'esotico della NZ, passando per la UK e la IPA.
Nuova rispetto allo scorso anno anche la Be Strong, una birra di perfetta ispirazione belga, tradizione della quale il birraio è maestro, delicata e complessa allo stesso tempo.

Anche il birrificio Etnia è a Birreggio! Dal 7 al 9 luglio al Circolo Pigal! Non mancate...


lunedì 4 luglio 2016

E poi ci siamo noi: la Carboneria Reggiana

Alla faccia delle nefaste previsioni di nutrizionisti e veterinari quest'anno la Carboneria compie 10 anni quindi Birreggio sarà una delle tante occasioni per festeggiare il lieto evento a suon di pinte.
Come da tradizione il nostro stand fungerà da angolo del piccolo Fondamentalista Reggiano infatti avremo:
- le birre del Birrificio Oldo di Cadelbosco Sopra, fresco di ulteriori riconscimenti a livello nazionale

- le birre del Birrificio Bevo di Casalgrande, brewfirm in costante crescita e particolarmente promettente: ne è esempio l'entrata al primo colpo in Guida Birre Slowfood

- la Testaquedra 4.0, ovvero la birra della Carboneria Reggiana (prodotta presso il Birrificio Oldo da tempo partner delle nostre stravaganze birrarie) e la celebrativa 31 Squared Ale.

- la Fresh Frankie, pale ale molto british brassata dal trio Andrea Morini del Wild Hops Rubiera. Marcello "il Barone" Giuliani e Roberto Maioli .


Giovedì sera concederemo l'unica licenza territoriale all'amico Francesco Racaniello, birraio del brewpub Beer Belly di Modena, che tornerà all'antico mischiandosi con i cafoni carbonari. Coglieremo l'occasione per fare due chiacchiere assieme e presentare le sue nuove creazioni tra cui l'interessante Backbone American Pale Ale.
Visto che quest'anno siamo particolarmente americaneggianti non può mancare la nuova collezione di t shirt del Reggio Emilia Drinking Team col famoso contadino stuntman (che poi in realtà e solamente sbronzo) al consueto prezzo proletario di 10 euri.

Dal 7 al 9 luglio al Circolo Pigal c'è Birreggio ma soprattutto la Carboneria Reggiana che si fa compatire! Accorrete siori e siore!

Beer Hunter: ne vendono o ne bevono di più??!!

Birreggio sarà una delle prime uscite ufficiali di Beer Hunter, progetto ideato da due volti piuttosto noti tra i beerlovers di tutta Italia ovvero Cristian "Maso" Masini ed Alfredo "Gofro" Gibellini.

Beer Hunter, come suggerisce il nome, è alla costante ricerca di chicche birrarie da importare in Italia ed attualmente il loro catalogo spazia dagli evergreen tedeschi e belgi per arrivare ad emergenti birrifici sloveni.
Nelle tre serate al Pigal ci porteranno le produzioni di interessantissime realtà come Nittenauer dalla Germania, Braserie Grain d'Orge dal Belgio e Human Fish dalla Slovenia.
Poi non si sa mai che ci spunti anche qualche sorpresina ma li starà a voi svuotargli le scorte ed invitarli a dare il loro meglio!!

Dal 7 al 9 luglio al Circolo Pigal c'è Birreggio, venite allo stand di Beer Hunter a scoprire tante novità da tutta Europa.

.